Agente di vendita

La vita lavorativa dell’agente di commercio a volte sembra una traversata nel deserto. Clienti che latitano, fatturato stagnante, spese fisse che aumentano e spesso gli effetti possono stancare anche il miglior professionista della vendita. Ci sono ovviamente i periodi di grandi fatturati, ordini che arrivano con continuità e provvigioni che ritemprano lo spirito e danno nuove energie per affrontare la guerriglia quotidiana con nuovo entusiasmo. Per certi versi l’agente autonomo è il vero precursore del venditore liquido.

 

Se sei un agente plurimandatario devi soddisfare le richieste di più categorie di clienti e rispetto al monomandatario hai le mani più libere per operare secondo il tuo modello di vendita ideale. Anche se le diverse categorie di clienti sono magari di settori contigui devi pur sempre ricercare e tenere rapporti con una moltitudine di soggetti, il portafoglio clienti. Tutto questo è un gran dispendio di energie ma spesso ne vale la pena perché il fatturato ed il conseguente risultato provvigionale è più bilanciato e meno rischioso. Dall’altro lato magari devi rinunciare al buon vecchio –fisso mensile- che sempre più aziende sono costrette a togliere, anche a fronte di anticipi sul venduto.

In questo scenario di crescente competizione è necessario anche per l’agente autonomo, conoscere e utilizzare gli strumenti digitali che offre la rete per arrivare dai clienti e colpire nel segno.

Dimenticati della classica valigetta con l’inguardabile blocchetto degli ordini, devi rovesciare completamente punto di vista. Mi spiego meglio: sono convinto che il rapporto personale costruito con il cliente è fondamentale e la classica visita è ancora il mezzo che permette di creare la giusta fiducia. Questo però non è più sufficiente nel mondo della iper-competizione. Hai mai pensato di far venire i clienti da te? Quando hai avuto una nuova offerta da presentare hai dovuto mandare una classica mail scritta, descrivendo le caratteristiche del prodotto/servizio o magari hai fatto il “giro dei clienti” presentando personalmente la nuova opportunità. Un bel dispendio di energie vero? Ma è normale mi dirai!

Se hai una moltitudine di clienti gli sforzi si moltiplicano; telefonate, mail, visite = spese aumentano.

Sono stato agente rappresentante per molti anni e mi sono sempre chiesto cosa mi avrebbe differenziato dagli altri miei competitor e in cosa avrei potuto avere il vantaggio competitivo. Alla base ci deve essere un prodotto/servizio di qualità, ma cosa la mia azienda offre che altre invece non hanno? Concentrati sui tratti peculiari dell’azienda che rappresenti e mettili in grande risalto. Può essere una caratteristica distintiva, può essere un design unico, oppure può essere semplicemente il prezzo migliore.

 

Fatto? Bene.

Adesso è il momento di comunicarlo al cliente.

Qui entriamo nel vivo:

Come hai intenzione di farlo?

 

(immagini) 

 

La newsletter ad uso commerciale è lo strumento che meglio veicola la tua offerta, qualunque essa sia. Anche tu ricevi newsletter da compagnie di volo, da alberghi, da negozi di elettronica e così via. La peculiarità della newsletter è che ha un aspetto accattivante, può essere costruita a tuo piacimento con colori ed effetti, completamente personalizzabile, è mirata al tuo pubblico di clienti, è comodissima perché può essere inviata da casa, con un solo click può raggiungere migliaia di clienti ovunque.

Prima non capivo niente di piattaforme di mail marketing, poi ho scoperto la potenza di uno degli strumenti più efficaci sul web ed è stato amore a prima vista!

 

Qui ci sono alcuni esempi che ho creato ed utilizzato per le aziende con cui ho collaborato.

 

Newsletter relativa a macchinari ad alta precisione del mondo etichette

 

 

Newsletter con richiesta di offerta incorporata

 

 

 

Immobili in vendita al mare

 

 

 

In questa guida ho raccolto tutti i passaggi perché tu lo possa fare autonomamente.

 

Adesso puoi iniziare subito!